Chi riguarda


Il controllo GSE riguarda tutti gli impianti fotovoltaici di qualsiasi potenza o tipologia che abbiano ricevuto incentivi da parte del GSE.

Seguendo i criteri di legalità e legittimità il GSE verifica da sempre la sussistenza dei requisiti e la corretta procedura per l’ottenimento dell’incentivo, come riportato nelle convenzioni per il riconoscimento delle tariffe incentivanti sottoscritte dai titolari di impianti fotovoltaici e ribadito con il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico entrato in vigore il 31 gennaio 2014, conosciuto come Decreto Controlli.


In molti credono, erroneamente, di non essere soggetti a tali controlli, in quanto:

  • Il GSE ha già controllato i documenti in fase di richiesta incentivo ››› È stata effettuata una prima verifica quantitativa sulla documentazione, ma non qualitativa.
  • Percepiscono regolarmente l’incentivo ››› Tutti coloro che hanno subito la perdita dell’incentivo, prima lo percepivano regolarmente.
  • Il GSE punisce la volontà di truffa ››› Il GSE verifica l’eventuale sussistenza di anomalie o errori (compiuti anche in buonafede) che fanno venir meno i requisiti per il mantenimento dell’incentivo.

Gli unici che NON saranno oggetto dei controlli del GSE sono gli impianti non incentivati.

In base ad alcune caratteristiche alcuni impianti verranno controllati prima di altri.

Quindi non è in discussione se ti riguarda o meno, ma piuttosto quando avverrà il controllo.

Le vere domande sono:

Qual è il mio livello di rischio di perdita dell’incentivo?
Quali sono le mie conseguenze economiche?