come avviene un controllo del GSE

Come avviene un controllo del GSE

Il controllo del GSE sugli impianti fotovoltaici avviene secondo due modalità:

  • Il Sopralluogo;
  • La verifica Documentale;

Entrambe hanno la stessa importanza e allo stesso modo possono portare alla sospensione o alla decadenza degli incentivi, con l’integrale recupero delle somme già erogate.

Dal 2012 al 2015, l’aumento delle Verifiche Documentali è stato esponenziale.

Modalità di controllo del GSE 

Il 31 Gennaio 2014 è stato emanato il Decreto Controlli che individua le modalità organizzative e operative dei controlli, le attività in carico ai vari soggetti coinvolti, gli aspetti degli impianti oggetto di controllo e la lista delle violazioni rilevanti in conseguenza delle quali il GSE può disporre la sospensione o la decadenza degli incentivi, con l’integrale recupero delle somme già erogate.

Il procedimento di controllo del GSE viene notificato con raccomandata A/R o tramite Posta Elettronica Certificata circa 20 giorni prima dell’ispezione. La comunicazione riporta il luogo, la data, l’ora e il nominativo dell’incaricato al controllo. Il titolare dell’impianto o un suo delegato deve essere presente durante l’attività di verifica e deve presentare la documentazione richiesta dal GSE nella suddetta comunicazione. A seguito dell’ispezione viene rilasciato un verbale, sottoscritto dall’incaricato del controllo e dal titolare dell’impianto o dal suo delegato. Il verbale viene trasmesso al GSE e rilasciata anche al titolare dell’impianto o al suo delegato.

Il controllo può essere effettuato direttamente dal GSE o da società esterne dotate comunque di specifiche competenze specialistiche.

LA VERIFICA DOCUMENTALE

La verifica documentale riguarda il controllo della documentazione prodotta in fase di allaccio dell’impianto fotovoltaico e presentata per la richiesta di accesso all’incentivo, nonché successivi adeguamenti. L’elenco completo della documentazione oggetto di verifica viene comunicato dal GSE, in base al Conto Energia di riferimento e delle specifiche caratteristiche d’impianto.

Possono inoltre essere oggetto di verifica la documentazione relativa agli adempimenti presso l’Agenzia delle Dogane e quella relativa agli adeguamenti normativi imposti negli anni dall’AEEG.

IL SOPRALLUOGO

Il controllo mediante sopralluogo, oltre alla verifica della documentazione, avviene fisicamente sull’impianto per verificare che quanto dichiarato corrisponda effettivamente con quanto installato sull’impianto. Il sopralluogo ha ad oggetto:

  • Le caratteristiche tecniche di quanto installato;
  • La configurazione impiantistica e il processo di produzione elettrica;
  • Le tarature ;
  • L’assenza di manomissioni e l’integrità della strumentazione di misura dell’energia elettrica;
  • Le misure e contabilizzazioni dell’energia necessarie per definire correttamente l’energia incentivabile.

Vuoi approfondire l’argomento, vai a: Come avviene un controllo del GSE

come avviene un controllo del GSE

Chi riguarda il controllo del GSE

Il GSE, avvalendosi anche di aziende certificate (dal GSE stesso), effettua controlli su tutti gli impianti fotovoltaici che percepiscono un incentivo o per i quali è stata presentata richiesta di accesso agli incentivi. La potenza non è discriminante: tutti gli impianti fotovoltaici, di qualsiasi dimensione o tipologia (tetto, terra, pensiline, …), sono soggetti al controllo.

E’ importante sottolineare che il responsabile della correttezza della procedura per l’accesso all’incentivo, resta il titolare dell’impianto fotovoltaico, indipendentemente da chi ha installato l’impianto, chi ha gestito la parte burocratica o la presentazione dell’istanza di richiesta di incentivo.

Le conseguenze per l’utente del controllo GSE

Le conseguenze spesso drammatiche per i produttori di energia sono principalmente riconducibili alla documentazione. Questa infatti può non essere stata depositata agli enti entro le corrette tempistiche o non essere stata depositata affatto; può essere incompleta, falsata, mancante o incongruente. A seconda della tipologia di inadempienza, il GSE può disporre le seguenti modalità di recupero delle somme già erogate o da erogare:

  • Decadenza della tariffa incentivante con recupero integrale delle somme già erogate;
  • Rideterminazione dell’incentivo con recupero delle somme indebitamente percepite;
  • Ridefinizione della potenza incentivata;
  • Rigetto della richiesta di incentivo.

 

Come tutelarsi?

Per far fronte ai controlli che stanno riguardando l’intero settore occorre muoversi in anticipo e condurre un’attenta analisi proattiva del proprio impianto evidenziandone irregolarità e situazioni a rischio.
Ritrovarsi sottoposti ad un controllo del GSE senza avere la consapevolezza di eventuali irregolarità significa perdere l’incentivo momentaneamente o definitivamente.

L’unica via, per individuare eventuali situazioni di irregolarità, passa attraverso la verifica della documentazione predisposta per l’ottenimento dell’incentivo e per la corretta gestione dell’impianto.

FOTOVOLTAICO DOC, la soluzione MC Energy:

Fotovoltaico DOC è il servizio certificato di verifica documentale, sviluppato da MC Energy, per la tutela della tariffa incentivante d’impianto.

Per prevenire qualsiasi possibile errore, MC Energy ha predisposto un accurato processo di controllo incrociato della documentazione d’impianto.

  • Il primo scopo del processo Fotovoltaico DOC è quello di tutelare il cliente attraverso l’individuazione del quadro normativo-amministrativo completo, di tutta la documentazione coinvolta, di tutti i controlli e l’identificazione di eventuali criticità ed irregolarità.
  • Il secondo scopo del processo Fotovoltaico DOC è quello di supportare il cliente attraverso la riorganizzazione e selezione della documentazione da presentare durante la fase di controllo del GSE
  • Il terzo scopo del processo Fotovoltaico DOC è quello di migliorare e controllare tutta l’infrastruttura della verifica partendo dal quadro normativo passando per la documentazione fino ad arrivare al controllo stesso degli operatori coinvolti.

Calcola ora le conseguenze del controllo GSE sul tuo Impianto

 

Condividi su