Fatturazione elettronica GSE

Dal 31 marzo 2015 anche il GSE ha applicato l’obbligo di fatturazione elettronica a tutti i soggetti che, ad oggi, trasmettono le proprie fatture alla Società in formato cartaceo, quali:

  1. Fornitori di beni e servizi (Fatture “Non energy”)
  2. Produttori di energia beneficiari del meccanismo CIP6/92 (Fatture “Energy manuali”)
  3. Soggetti a cui vengono applicati i corrispettivi di cui alla Delibera dell’AEEG ARG/elt 187/09 (Fatture “Energy manuali”).

Sul portale informatico del Gestore dei Servizi Energetici gli operatori  possono usufruire del modello di fattura già predisposto, dove è necessario solo specificare il numero e la data della fattura stessa.

Si ricorda che la numerazione delle fatture verso la Pubblica Amministrazione (quindi anche il GSE) deve essere separata e distinta rispetto a quella utilizzata per le fatture cartacee.

Vedi di seguito il video guida per la compilazione elettronica delle fatture sul portale GSE.

 

Nei giorni successivi all’inserimento di numero fattura e data il GSE produrrà la fattura in formato xml, la firmerà digitalmente e la trasmetterà al Sistema di Interscambio (SdI). Verrà inviata una notifica al Soggetto responsabile che solo da questo momento in poi potrà scaricare la fattura accedendo alla Cartella “Fascicolo elettronico”.

Spetterà poi ai Soggetti Responsabili la CONSERVAZIONE DIGITALE , tramite software dedicatodella fattura elettronica inviata e firmata digitalmente dal GSE.

La conservazione deve essere effettuata direttamente dal Soggetto Responsabile o da un suo Delegato ed è obbligatoria per un periodo di tempo di almeno 10 anni.

Condividi su