Salva Alcoa: legge 129/2010

La legge 129/2010, il cosidetto decreto, “Salva Alcoa” riguarda tutti coloro che a fine 2010 si trovavano a terminare l’istallazione di un impianto fotovoltaico e permise loro di accedere al 2° conto e non al 3°, attivo dal 2011 e  decisamente più svantaggioso a livello economico.

Gli impianti che hanno beneficiato di questa norma sono stati moltissimi, una vera e propria “Corsa all’incentivo” dato che tale legge dava la possibilità di accedere alla tariffa migliore per tutti i 20 anni successivi, un incentivo più elevato di circa il 15/20% rispetto a quello del nuovo conto energia.

Approfondisci l’argomento leggendo l’articolo dedicato del sole 24ore:              Incentivi 2010 per l’impianto fotovoltaico terminato entro l’anno. Le risposte ai quesiti dei lettori _Il Sole 24ore

Per poter beneficiare della legge “Salva Alcoa” l’unica condizione era che la conclusione dei lavori venisse comunicata tramite le procedure richieste dalla normativa e che poi l’impianto sia entrato in esercizio prima del 30 giugno 2011. E’ facilmente intuibile come tale beneficio abbia fatto gola a molti, e nella “Corsa all’incentivo” che si è creata possano nascondersi irregolarità, azioni poco limpide o attività illecite.

Da quanto detto sopra nasce l’esigenza del GSE di controllare e verificare la correttezza delle pratiche, fin dalla fase di istallazione e allaccio dell’impianto attraverso un programma di controlli e sopralluoghi che nell’ultimo anno si è decisamente intensificato.salva alcoa

Nel grafico si può vedere la divisione per taglia e potenza degli Impianti che hanno beneficiato del Decreto “Salva Alcoa”.

Se anche il tuo Impianto fosse stato allacciato beneficiando di tale normativa e vuoi verificare se tutte le attività sono state svolte correttamente contattaci, o  clicca qui sotto.

Calcola ora le conseguenze del controllo GSE sul tuo Impianto

 

 

Condividi su