Rapporto attività GSE

CONTROLLI GSE cambia il numero, MERITO DELLE AUTOVERIFICHE

Secondo il 'Rapporto delle attività 2018' pubblicato dal GSE, risulta che nell'ultimo anno l'ente ha effettuato un minor numero di ispezioni legate agli impianti fotovoltaici, parliamo di 1.136 a fronte dei quasi 3.000 interventi eseguiti negli anni precedenti. Le verifiche hanno interessato 340MW contro i 1.505 raggiunti nel corso del 2017, sono così state accertate  1.185 violazioni sulle 2.704 riguardanti il fotovoltaico. Interessante è il dato che l'84% dei controlli del GSE è stato sulla parte documentale.

 

Cosa ha spinto il GSE a diminuire le verifiche?

A seguito dell'applicazione della legge n.205 del 27 dicembre 2017, la quale  'a fronte di violazioni di minore gravità' prevede la riduzione (non più l'annullamento) degli incentivi dedicati al proprietario dell'impianto fotovoltaico, c'è stato un calo del numero dei controlli, probabilmente in parte perché alcuni casi sono ancora sotto revisione per stabilire la gravità della violazione in essere.

Questa però non rappresenta l'unica motivazione, infatti il vantaggio che si ha grazie alla 'autodenuncia' non è indifferente. Procedere con un'autoverifica e scoprire che la propria installazione ha delle irregolarità dovrebbe spingere i soggetti interessati  ad autodenunciarsi, così che possano ottenere un'ulteriore riduzione della decurtazione del proprio incentivo.

Le due situazioni combinate assieme hanno fatto sì che il GSE procedesse con i controlli prima di tutto su chi aveva già denunciato delle irregolarità, le quali sono state riscontrate in maniera più corposa nella mancata certificazione di provenienza da Paesi UE dei pannelli installati sugli impianti.

 

Come procedere per tutelare al massimo l'incentivo?

Dal momento che fare ricorso al GSE o al Tar è sempre difficile e spesso si hanno scarsi risultati, l'azione più consigliata è quella di provvedere in prima persona ad una verifica della documentazione prima che sia il GSE  a farla, soprattutto data l'alta percentuale dei controlli proprio su questa (84% come riportato sopra).

Per attuare la verifica corretta e completa di un impianto fotovoltaico  prima del controllo GSE,  MC Energy offre ai suoi clienti un servizio di verifica documentale guidato.

Si tratta del software Fotovoltaico DOC, sviluppato dalla stessa MC Energy, che consente un'analisi dettagliata e incrociata di tutti i documenti in possesso del proprietario di un impianto fotovoltaico. Con questo sistema è possibile verificare in maniera standardizzata la permanenza o meno dei requisiti richiesti per poter usufruire egli incentivi.

 

CONTROLLI GSE IN CALO, MERITO DELLE AUTOVERIFICHE

Concludendo, possiamo dire che il dato positivo del calo dei controlli da parte del GSE deriva sostanzialmente dal muoversi in anticipo grazie agli strumenti a disposizione. Ormai, al fine di tutelarsi al massimo, si stanno muovendo tutti in questa direzione attraverso le autoverifiche. Soltanto controllando anticipatamente che tutto sia in regola è possibile autodenunciarsi e quindi ridurre comunque le conseguenze economiche a cui si va incontro.

 

Rapporto attività GSE

 

Per saperne di più scarica il RAPPORTO DELLE ATTIVITA’ DEL GSE 2018


*i campi contrassegnati sono obbligatori

Condividi su