controlli gse

VIOLAZIONI RILEVANTI: quali le più comuni? Rendi sicuro il tuo incentivo!

Nel momento in cui il GSE effettua il controllo su un impianto va a verificare che siano o meno presenti delle violazioni. Quali sono le violazioni rilevanti, quelle che portano ad un successivo taglio dell’incentivo fino ad arrivare alla sospensione totale?

Purtroppo il GSE non ha MAI reso noto un vero e proprio elenco delle violazioni che sarebbero state causa di una sanzione. Questo ha reso sempre più difficile il tutelarsi da un possibile provvedimento.

C’è però da dire che questi controlli non si arrestano e gli esiti sono sempre più rigidi. Le ispezioni che nel 2008 hanno avuto un esito negativo hanno comportato un recupero di incentivi per 515 milioni di euro, un danno immenso per i proprietari di impianti FV incentivati e purtroppo il trend sembra in aumento.

Non esistendo un vero e proprio elenco delle violazioni accertate se ne scoprono delle nuove ogni anno che passa, infatti l’elenco che si ha per ora è il risultato dei controlli effettuati dal GSE. Mano a mano che l’ente riscontra delle violazioni questo elenco si va ad arricchire e negli ultimi anni se ne sono aggiunte alcune che fino agli anni precedenti non erano state ritenute rilevanti.

Che tipo di violazioni sono state accertate?

Nella stragrande maggioranza dei casi, non si tratta di carenze tecniche ma solo di puri e semplici vizi burocratici accertati con anni di ritardo: è il caso di un associato di Verona che, per motivi di sicurezza, ha coperto i cavi di collegamento dell’impianto con una canalina. Visto che quest’ultima non era presente nelle foto caricate anni prima sul portale del GSE, è scattato un provvedimento che ha declassato l’impianto dal II al III Conto Energia, cosa che comporta la restituzione di quasi 100.000 euro.

  • Utilizzo di componenti contraffatti o non certificati (es. Moduli installati presso l’impianto di origine diversa da quella dichiarata dal Soggetto Responsabile ai fini del riconoscimento delle tariffe incentivanti; apposizione di etichette recanti indicazioni di origine europea su moduli di produzione extraeuropea). Un caso esempio è quello denominato “Caso Zuccotti”, che prende il nome dall’azienda che ha messo sul mercato italiano centinaia di moduli di provenienza cinese con certificazioni contraffatte. I clienti truffati sono stati costretti a rimborsare di tasca propria gli incentivi ricevuti, senza nemmeno la possibilità di rivalsa sull’azienda, ormai fallita.
  • Violazione del termine per la presentazione dell’istanza di incentivazione
  • Assenza del titolo autorizzativo/abilitativo alla realizzazione e l’esercizio dell’impianto;
  • Insussistenza dei requisiti per la qualificazione dell’impianto, per l’accesso agli incentivi ovvero autorizzativi;
  • …e tante altre motivazioni, QUASI SEMPRE LEGATE AL LATO DOCUMENTALE

_______________________________________________________________________________

Se non esiste un elenco ufficiale, come fare per non farsi trovare impreparati?

L’unico modo possibile che hanno i proprietari di un impianto FV incentivato di essere preparati ad una possibile ispezione è quello di avere pieno controllo di tutta la documentazione in loro possesso ed avere la massima consapevolezza della situazione in cui si trova il proprio impianto.

TUTELARSI SI PUO’, BASTA MUOVERSI IN ANTICIPO!

Pensare che il proprio incentivo sia in regola non basta, c’è bisogno di una verifica per accertare la situazione del proprio INCENTIVO e passare da un ipotesi alla CERTEZZA! 

Proprio per questo è fondamentale affidarsi a dei professionisti del settore che svolgano delle analisi critiche e accurate sulla documentazione che è stata trasmessa al GSE e agli enti coinvolti nella fase di realizzazione e di messa in esercizio dell’impianto. Queste analisi devono emulare il più possibile il controllo che eseguirebbe il GSE.

MC Energy ti offre la possibilità GRATUITA di effettuare una prima valutazione del rischio del tuo impianto, in un secondo momento sarà poi possibile effettuare una vera e propria verifica dello stato in cui si trova l’impianto.

Si tratta di una verifica sia sul lato tecnico che documentale e segue fedelmente il procedimento d’ispezione del GSE, diventando così affidabile al 100%.

VERIFICA SUBITO LA TUA SITUAZIONE, NON METTERE A RISCHIO L’INCENTIVO!

Con la consapevolezza potrai inoltre passare da un taglio dell’80 % dell’incentivo al 5%…basta muoversi in anticipo, EVITARE DI PERDERE L’INCENTIVO è possibile… NON RISCHIARE!

RICHIEDI SUBITO MAGGIORI INFORMAZIONI:

Nome:*
Cognome:*
Ragione Sociale:
Regione:*
E-mail:*
Telefono:*
Messaggio:*
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere informazioni in seguito alla mia richiesta e a fini commerciali*
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter *
Informative disponibili cliccando quì
Condividi su